registrati
Soffiata di eurolibro.it
Strumento di ricerca
Libri consigliati
Attuale
Pubblicità
- 0 Risultati
prezzo più basso: € 68,00, prezzo più alto: € 4.615,58, prezzo medio: € 2.775,03
...
Il Libro d'Ore Durazzo( Genova,Biblioteca Civica Berio ,m.r.C.f.Arm.I ( Tiratura Di 980 Copie Il Presente Facsimile è Contrassegnato Con Il Numero 289 ) - Andrea De Marchi a Cura Di ( Per Il Commentario )
(*)
Andrea De Marchi a Cura Di ( Per Il Commentario ):
Il Libro d'Ore Durazzo( Genova,Biblioteca Civica Berio ,m.r.C.f.Arm.I ( Tiratura Di 980 Copie Il Presente Facsimile è Contrassegnato Con Il Numero 289 ) - copertina rigida, flessible

2008, ISBN: 9788824804448

ID: 1054866356

Vicenza: Giacomo Amadio, 1668. 2 parts in one volume, thick 8vo (215 x 158 mm; 81/2 x 61/4 in.). [16], 466, [6] pages; [12], 376 pages. Two etched and engraved titles and 15 folding plates by Jacopo Ruffoni. Contemporary vellum. An entirely original copy, unrestored, the binding worn and with losses; intermittent dampstaining throughout, several closed tears to folding plates. The plates clean and fresh. Scarce expanded edition of this important genealogical work, unusual to find especially with the second part. First published in Venice by Pinelli in 1652, and with a final 17th-century edition published in 1694 in Bologna by Longhi. The text is an authoritative history of the dynasties and events linked to the kingdoms and republics of France, Spain, Austria, Great Britain, Flanders, Italy (Republic of Venice, Genoa, the Medici, the Estensi, the Savoy, Gonzaga, Farnesi, Alerami, Paleologhi, Montefeltri, Della Rovere, Dukes of Mirandola, and other families). Not mentioned in any of the standard bibliographies, illustrated by beautiful genealogical plates. ., Giacomo Amadio, 1668, Lyon: Leroy, 1793. Un volume In 4o di LV-460 pagine. Seguito dall’Art de tenir... (2)-II-XII-(2)-12pp+12 fogli doppi; (4)-42pp. (2)+30 fogli doppi; 6pp.-9 fogli doppi, e con numerazione a seguire fino p.44 (2). Gore chiare nella parte inferiore del volume nella prima parte. Legatura in pelle coeva, con difetti: mancanza alle cuffie, mancanze o spellature ai piatti e agli angoli.-- Uno dei più famosi trattati pratici di commercio del 700, qui nella più completa edizione. La prima è del 1740-41. Da allora, fino alla fine del secolo, il volume è stato costantemente aggiornato ed aumentato, sempre dalla setssa famiglia. “La parution de ces livres s’étandant sur un siècle, on peut admettre qu’il s’agit d’une oeuvre familale collective. Cependant les historiens comptables la classent uniquement au nom de Pierre Giraudeau l’ainé” (De Rover et Stevelinck, La compabilité à travers les ages, n. 89). Fonte primaria per gli studi sul commercio negli anni della Rivoluzione., Leroy, 1793, Milano: Ricordi [PNs 13931-55], 1842. Second edition (first Italian edition), published just months after the first edition published in Vienna in May of 1842. Bergamo catalogue 46. Inzaghi IN. 73, p. 192. Crawford pp. 146-7 (incorrectly describing this as the first edition). A melodramma semiserio in three acts to a libretto by Gaetano Rossi after Adolphe-Philippe d'Ennery and Gustave Lemoine's play La grace de Dieu, Linda di Chamounix was first performed in Vienna at the Kartnerthortheater on May 19, 1842. "The score of Linda is a monument to Donizetti's unfailing good taste, from the finely crafted overture to the final ensemble... Along with Bellini, Donizetti epitomized the Italian Romantic spirit of the 1830s... If Bellini expressed Italian Romanticism in its most concentrated form, Donizetti compensated by a greater versatility and resource and a stronger feeling for dramatic movement. He also had the benefit of a more thorough musical training under Mayr and Mattei, and this contributed much to his superior fluency of technique and invention." TNG II online.. Oblong folio. Contemporary dark blue cloth with decorative blindstamping, gilt rules to edges and spine, "E.P. Mavromihali" stamped in gilt to upper. 1f. (title within decorative dark yellow border), [ii] (recto named cast list, verso listing 25 numbers), 3-275 pp. Engraved. Each individual number with separate pagination. With overpaste of the contemporary music seller Domenico Vicentini of Trieste to title. Cast list includes Eugenia Tadolini as Linda, Agostino Rovere, Napoleone Moriani, Prospero Derivis, Felice Varese, and Marietta Brambilla. With early musical embellishments to Linda's part in Number 12 (p. 127) and additional occasional performance markings in pencil. Binding worn, rubbed and bumped at extremities. Slightly worn; some minor foxing; minor thumbing to lower outer corners; very minor staining to lower margin of final leaves; occasional vertical creasing; upper margin trimmed, occasionally just affecting printed area and titles but with no loss of music., Ricordi [PNs 13931-55], 1842, Urbino: Domenico Frisolino, 1575. Hard cover. Very Good/The first book printed in Urbino in the 16th century, and only the fourth overall. Urbino's presses lagged behind those of other Italian cities, due in part to Duke Federico's predilection for manuscripts. It seems Federico Commandino, the foremost mathematician of the generation before Galileo, had a press set up in his house. He hired in a printer, Domenico Frisolino, and there he published his translation into Italian of Euclid, based on his own Latin translation of 1572. Commandino died just as the sheets were coming off the press. His brother-in-law hastily attached a dedicatory letter (to Francesco Maria II della Rovere) explaining that Commandino wanted the text to be available to "all who are served by mathematics," that is, even those who do not understand classical languages. Euclid's text is glossed by Commandino's running commentary, and illustrated with figures. . Folio; [16], 278 pages. Title page and all text pages ruled in typographic border. Typographic ornament on title page, 18 historiated initials (some duplicates) showing putti with geometer's instruments against a background of Italian hill towns. Numerous geometric figures in text. Bound in c19 (?) full mint green sheep, with red leather title label lettered and tooled in gilt. Edges stained indigo. Binding somewhat scuffed, with upper joint cracked; spine darkened and scuffed. Early ownership inscription on title page, later bookplate on front pastedown. Few marginal notes in contemporary hand. Very light occasional foxing present. References: Moranti, #4 ("un vero capolavoro tipografico" p.14); Gamba 1386 ("Nobile edizione"); Adams, E-995;; Brunet, II, 1090; Graesse, II, 513; Thomas-Stanford, 42; Olschki, Choix, 6539 ("Traduction très estimée")., Domenico Frisolino, 1575, Modena: Franco Cosimo Panini Editore, 2008. Livre. As New. Rilegato con Custodia. Edition originale. 155 x 215 Mm.. Commentario : A cura di Andrea De Marchi. Saggi di Andrea De Marchi, Davide Gasparotto, Federica Toniolo, Laura Nuvoloni, Beatrice Bentivoglio-Ravasio e Laura Malfatto. Modena, 2008; ril., pp. 336, ill. col., cm 15,5x21,5. (La Miniatura). Il Libro d'Ore Durazzo Genova, Biblioteca Civica Berio, m.r. C.f. Arm. I Il Libro d'Ore Durazzo, così chiamato dal nome del suo ultimo proprietario, è un piccolo capolavoro del pittore e miniatore Francesco Marmitta. Un'opera sorprendente che si distingue da ogni altro codice devozionale a uso privato per due peculiari caratteristiche: l'impiego della pergamena purpurea e la crisografia, cioè la scrittura a lettere d'oro, qui tracciata da un maestro dell'arte calligrafica, Pietro Antonio Sallando, docente presso l'Università di Bologna. L'orefice della pagina miniata Artista splendido e sontuoso, dotato anche come orafo e intagliatore, il parmense Francesco Marmitta (1462/1466 ca. 1505) profuse le sue capacità in opere superbe tra cui, oltre al Libro d'Ore Durazzo, il bellissimo Messale di Domenico della Rovere del Museo Civico di Torino. Nelle pagine dei suoi capolavori, oltre a una delicata sensibilità di tocco e a spiccate doti paesistiche, sfoggiò la sua predilezione per gemme, medaglie e cammei, miniati con squisita fattura. Una meravigliosa decorazione La meditata ripresa della tradizione classica, evidente nell¿uso della porpora e delle lettere d¿oro, è confermata dal lessico ornamentale costituito da panoplie,medaglie, cammei e bucrani,mentre il linguaggio pittorico del Calendario e degli Uffici dellaVergine rivela un aggiornamento sulle ultime acquisizioni della cultura figurativa bolognese, con particolare attenzione ad Amico Aspertini. La raffinata legatura L¿elegante ed elaborata legatura in argento cesellato e sbalzato con parti dorate, su fondo in velluto purpureo è coeva al codice, con cui condivide il gusto della decorazione. Splendida la profusione di motivi classicheggianti a palmette, racemi di acanto, spighe, grappoli d¿uva, vasi, mascheroni, scarabei e bucrani. Sui fermagli argentei, due piccoli rubini. Il sito dedicato all'opera: www.oredurazzo.it L¿opera è accompagnata da un volume di commento a cura di Andrea De Marchi, con contributi di Beatrice Bentivoglio-Ravasio,Andrea De Marchi, Davide Gasparotto, Laura Malfatto, Laura Nuvoloni e Federica Toniolo + Consulta l'indice del Commentario Libro d¿Ore Durazzo. Commentario al codice Genova, Biblioteca Civica Berio Codice m.r. Cf. Arm. I Commentario al Codice a cura di Andrea De Marchi L¿OPERA Il volume, che esce in occasione della pubblicazione del facsimile Panini dell¿Offiziolo Durazzo, è il più esauriente e aggiornato commento storico-critico su questo bellissimo codice miniato, capolavoro del pittore, miniatore e orafo parmense Francesco Marmitta. Un¿opera di straordinaria bellezza, caratterizzata, oltre che dalla raffinatissima decorazione, dal fondo purpureo della pergamena, dalla scrittura a lettere d¿oro, opera del calligrafo Pier Antonio Sallando, e dalla stupenda legatura in argento dorato e pietre preziose. Attraverso il commento dei mag giori specialisti della miniatura rinascimentale, e in particolare del Marmitta, questo volume colloca l¿Offiziolo Durazzo nel contesto storico e culturale dell¿arte italiana tra Quattro e Cinquecento, offrendo una serie di spunti interpretativi di ragguardevole interesse, primo fra tutti il collegamento tra il celebre "Ritratto di collezionista" del Parmigianino, in cui il codice compare in mano all¿effigiato, e una possibile committenza da parte di Troilo de¿ Rossi di San Secondo. GLI AUTORI Il volume è a cura di Andrea De Marchi, professore associato di Storia dell¿arte medievale all¿Università di Firenze e autore con Andrea Bacchi di una fondamentale monografia su Francesco Marmitta (Allemandi, Torino 1996). Nella stesura del volume è stato coadiuvato da Davide Gasparotto, storico dell¿arte, attualmente attivo alla Galleria Nazionale di Parma; Federica Toniolo, docente di St., Franco Cosimo Panini Editore, 2008

usa, i..Biblio.co.uk
Riverrun Books & Manuscripts, Libreria Bacbuc, J & J Lubrano Music Antiquarians LLC, Rodger Friedman Rare Book Studio, Luigi De Bei
Costi di spedizione: EUR 20.51
Details...
(*) Libro esaurito significa che il libro non è attualmente disponibile in una qualsiasi delle piattaforme associate che di ricerca.
Il Libro d'Ore Durazzo( Genova,Biblioteca Civica Berio ,m.r.C.f.Arm.I ( Tiratura Di 980 Copie Il Presente Facsimile è Contrassegnato Con Il Numero 289 ) - Andrea De Marchi a Cura Di ( Per Il Commentario )
(*)
Andrea De Marchi a Cura Di ( Per Il Commentario ):
Il Libro d'Ore Durazzo( Genova,Biblioteca Civica Berio ,m.r.C.f.Arm.I ( Tiratura Di 980 Copie Il Presente Facsimile è Contrassegnato Con Il Numero 289 ) - libri usati

2008, ISBN: 9788824804448

ID: 871997328

Modena: Franco Cosimo Panini Editore, 2008. Livre. As New. Rilegato con Custodia. Edition originale. 155 x 215 Mm.. Commentario : A cura di Andrea De Marchi. Saggi di Andrea De Marchi, Davide Gasparotto, Federica Toniolo, Laura Nuvoloni, Beatrice Bentivoglio-Ravasio e Laura Malfatto. Modena, 2008; ril., pp. 336, ill. col., cm 15,5x21,5. (La Miniatura). Il Libro d'Ore Durazzo Genova, Biblioteca Civica Berio, m.r. C.f. Arm. I Il Libro d'Ore Durazzo, così chiamato dal nome del suo ultimo proprietario, è un piccolo capolavoro del pittore e miniatore Francesco Marmitta. Un'opera sorprendente che si distingue da ogni altro codice devozionale a uso privato per due peculiari caratteristiche: l'impiego della pergamena purpurea e la crisografia, cioè la scrittura a lettere d'oro, qui tracciata da un maestro dell'arte calligrafica, Pietro Antonio Sallando, docente presso l'Università di Bologna. L'orefice della pagina miniata Artista splendido e sontuoso, dotato anche come orafo e intagliatore, il parmense Francesco Marmitta (1462/1466 ca. 1505) profuse le sue capacità in opere superbe tra cui, oltre al Libro d'Ore Durazzo, il bellissimo Messale di Domenico della Rovere del Museo Civico di Torino. Nelle pagine dei suoi capolavori, oltre a una delicata sensibilità di tocco e a spiccate doti paesistiche, sfoggiò la sua predilezione per gemme, medaglie e cammei, miniati con squisita fattura. Una meravigliosa decorazione La meditata ripresa della tradizione classica, evidente nell¿uso della porpora e delle lettere d¿oro, è confermata dal lessico ornamentale costituito da panoplie,medaglie, cammei e bucrani,mentre il linguaggio pittorico del Calendario e degli Uffici dellaVergine rivela un aggiornamento sulle ultime acquisizioni della cultura figurativa bolognese, con particolare attenzione ad Amico Aspertini. La raffinata legatura L¿elegante ed elaborata legatura in argento cesellato e sbalzato con parti dorate, su fondo in velluto purpureo è coeva al codice, con cui condivide il gusto della decorazione. Splendida la profusione di motivi classicheggianti a palmette, racemi di acanto, spighe, grappoli d¿uva, vasi, mascheroni, scarabei e bucrani. Sui fermagli argentei, due piccoli rubini. Il sito dedicato all'opera: www.oredurazzo.it L¿opera è accompagnata da un volume di commento a cura di Andrea De Marchi, con contributi di Beatrice Bentivoglio-Ravasio,Andrea De Marchi, Davide Gasparotto, Laura Malfatto, Laura Nuvoloni e Federica Toniolo + Consulta l'indice del Commentario Libro d¿Ore Durazzo. Commentario al codice Genova, Biblioteca Civica Berio Codice m.r. Cf. Arm. I Commentario al Codice a cura di Andrea De Marchi L¿OPERA Il volume, che esce in occasione della pubblicazione del facsimile Panini dell¿Offiziolo Durazzo, è il più esauriente e aggiornato commento storico-critico su questo bellissimo codice miniato, capolavoro del pittore, miniatore e orafo parmense Francesco Marmitta. Un¿opera di straordinaria bellezza, caratterizzata, oltre che dalla raffinatissima decorazione, dal fondo purpureo della pergamena, dalla scrittura a lettere d¿oro, opera del calligrafo Pier Antonio Sallando, e dalla stupenda legatura in argento dorato e pietre preziose. Attraverso il commento dei mag giori specialisti della miniatura rinascimentale, e in particolare del Marmitta, questo volume colloca l¿Offiziolo Durazzo nel contesto storico e culturale dell¿arte italiana tra Quattro e Cinquecento, offrendo una serie di spunti interpretativi di ragguardevole interesse, primo fra tutti il collegamento tra il celebre "Ritratto di collezionista" del Parmigianino, in cui il codice compare in mano all¿effigiato, e una possibile committenza da parte di Troilo de¿ Rossi di San Secondo. GLI AUTORI Il volume è a cura di Andrea De Marchi, professore associato di Storia dell¿arte medievale all¿Università di Firenze e autore con Andrea Bacchi di una fondamentale monografia su Francesco Marmitta (Allemandi, Torino 1996). Nella stesura del volume è stato coadiuvato da Davide Gasparotto, storico dell¿arte, attualmente attivo alla Galleria Nazionale di Parma; Federica Toniolo, docente di St., Franco Cosimo Panini Editore, 2008

Biblio.co.uk
Luigi De Bei
Costi di spedizione: EUR 20.51
Details...
(*) Libro esaurito significa che il libro non è attualmente disponibile in una qualsiasi delle piattaforme associate che di ricerca.
Il Libro d'Ore Durazzo( Genova,Biblioteca Civica Berio ,m.r.C.f.Arm.I ( Tiratura Di 980 Copie Il Presente Facsimile è Contrassegnato Con Il Numero 289 ) - Andrea De Marchi a Cura Di ( Per Il Commentario )
(*)
Andrea De Marchi a Cura Di ( Per Il Commentario ):
Il Libro d'Ore Durazzo( Genova,Biblioteca Civica Berio ,m.r.C.f.Arm.I ( Tiratura Di 980 Copie Il Presente Facsimile è Contrassegnato Con Il Numero 289 ) - Prima edizione

2008, ISBN: 8824804446

edizione con copertina rigida, ID: 8878102335

[EAN: 9788824804448], Gebraucht, wie neu, [PU: Franco Cosimo Panini Editore, Modena], Jacket, Commentario : A cura di Andrea De Marchi. Saggi di Andrea De Marchi, Davide Gasparotto, Federica Toniolo, Laura Nuvoloni, Beatrice Bentivoglio-Ravasio e Laura Malfatto. Modena, 2008; ril., pp. 336, ill. col., cm 15,5x21,5. (La Miniatura). Il Libro d'Ore Durazzo Genova, Biblioteca Civica Berio, m.r. C.f. Arm. I Il Libro d'Ore Durazzo, così chiamato dal nome del suo ultimo proprietario, è un piccolo capolavoro del pittore e miniatore Francesco Marmitta. Un'opera sorprendente che si distingue da ogni altro codice devozionale a uso privato per due peculiari caratteristiche: l'impiego della pergamena purpurea e la crisografia, cioè la scrittura a lettere d'oro, qui tracciata da un maestro dell'arte calligrafica, Pietro Antonio Sallando, docente presso l'Università di Bologna. L'orefice della pagina miniata Artista splendido e sontuoso, dotato anche come orafo e intagliatore, il parmense Francesco Marmitta (1462/1466 ca. 1505) profuse le sue capacità in opere superbe tra cui, oltre al Libro d'Ore Durazzo, il bellissimo Messale di Domenico della Rovere del Museo Civico di Torino. Nelle pagine dei suoi capolavori, oltre a una delicata sensibilità di tocco e a spiccate doti paesistiche, sfoggiò la sua predilezione per gemme, medaglie e cammei, miniati con squisita fattura. Una meravigliosa decorazione La meditata ripresa della tradizione classica, evidente nell¿uso della porpora e delle lettere d¿oro, è confermata dal lessico ornamentale costituito da panoplie,medaglie, cammei e bucrani,mentre il linguaggio pittorico del Calendario e degli Uffici dellaVergine rivela un aggiornamento sulle ultime acquisizioni della cultura figurativa bolognese, con particolare attenzione ad Amico Aspertini. La raffinata legatura L¿elegante ed elaborata legatura in argento cesellato e sbalzato con parti dorate, su fondo in velluto purpureo è coeva al codice, con cui condivide il gusto della decorazione. Splendida la profusione di motivi classicheggianti a palmette, racemi di acanto, spighe, grappoli d¿uva, vasi, mascheroni, scarabei e bucrani. Sui fermagli argentei, due piccoli rubini. Il sito dedicato all'opera: www.oredurazzo.it L¿opera è accompagnata da un volume di commento a cura di Andrea De Marchi, con contributi di Beatrice Bentivoglio-Ravasio,Andrea De Marchi, Davide Gasparotto, Laura Malfatto, Laura Nuvoloni e Federica Toniolo + Consulta l'indice del Commentario Libro d¿Ore Durazzo. Commentario al codice Genova, Biblioteca Civica Berio Codice m.r. Cf. Arm. I Commentario al Codice a cura di Andrea De Marchi L¿OPERA Il volume, che esce in occasione della pubblicazione del facsimile Panini dell¿Offiziolo Durazzo, è il più esauriente e aggiornato commento storico-critico su questo bellissimo codice miniato, capolavoro del pittore, miniatore e orafo parmense Francesco Marmitta. Un¿opera di straordinaria bellezza, caratterizzata, oltre che dalla raffinatissima decorazione, dal fondo purpureo della pergamena, dalla scrittura a lettere d¿oro, opera del calligrafo Pier Antonio Sallando, e dalla stupenda legatura in argento dorato e pietre preziose. Attraverso il commento dei mag giori specialisti della miniatura rinascimentale, e in particolare del Marmitta, questo volume colloca l¿Offiziolo Durazzo nel contesto storico e culturale dell¿arte italiana tra Quattro e Cinquecento, offrendo una serie di spunti interpretativi di ragguardevole interesse, primo fra tutti il collegamento tra il celebre "Ritratto di collezionista" del Parmigianino, in cui il codice compare in mano all¿effigiato, e una possibile committenza da parte di Troilo de¿ Rossi di San Secondo. GLI AUTORI Il volume è a cura di Andrea De Marchi, professore associato di Storia dell¿arte medievale all¿Università di Firenze e autore con Andrea Bacchi di una fondamentale monografia su Francesco Marmitta (Allemandi, Torino 1996). Nella stesura del volume è stato coadiuvato da Davide Gasparotto, storico dell¿arte, attualmente attivo alla Galleria Nazionale di Parma; Federica Toniolo, docente di St

AbeBooks.de
Luigi De Bei, PREGANZIOL, T V, Italy [884889] [Rating: 5 (von 5)]
NOT NEW BOOK. Costi di spedizione: EUR 20.00
Details...
(*) Libro esaurito significa che il libro non è attualmente disponibile in una qualsiasi delle piattaforme associate che di ricerca.
Libro d'Ore Durazzo. Porpora, oro e rubini per un capolavoro miniato. Commentario e numerata. Ediz. in facsimile - De Marchi A. (cur.)
(*)
De Marchi A. (cur.):
Libro d'Ore Durazzo. Porpora, oro e rubini per un capolavoro miniato. Commentario e numerata. Ediz. in facsimile - edizione con copertina flessibile

2008, ISBN: 9788824804448

A cura di Andrea De Marchi. Saggi di Andrea De Marchi, Davide Gasparotto, Federica Toniolo, Laura Nuvoloni, Beatrice Bentivoglio-Ravasio e Laura Malfatto. Modena, 2008; ril., pp. 336, ill. col., cm 15x21. (La Miniatura). II volume ? un commento storico-critico su questo bellissimo codice miniato, capolavoro del pittore, miniatore e orafo parmense Francesco Marmitta. Un'opera di straordinaria bellezza, caratterizzata, oltre che dalla raffinatissima decorazione, dal fondo purpureo della pergamena, dalla scrittura a lettere d'oro, opera del calligrafo Pier Antonio Sallando, e dalla stupenda legatura in argento dorato e pietre preziose. Attraverso il commento dei maggiori specialisti della miniatura rinascimentale, e in particolare del Marmitta, questo volume colloca l'Offiziolo Durazzo nel contesto storico e culturale dell'arte italiana tra Quattro e Cinquecento, offrendo una serie di spunti interpretativi di ragguardevole interesse, primo fra tutti il collegamento tra il celebre "Ritratto di collezionista" del Parmigianino, in cui il codice compare in mano all'effigiato, e una possibile committenza da parte di Troilo de' Rossi di San Secondo. 336 Pages, Franco Cosimo Panini, 2008

LibroCo.it
Libroco
Costi di spedizione:Zzgl. Versandkosten., Costi di spedizione aggiuntivi
Details...
(*) Libro esaurito significa che il libro non è attualmente disponibile in una qualsiasi delle piattaforme associate che di ricerca.
Libro d'Ore Durazzo. Porpora, oro e rubini per un capolavoro miniato. Commentario. Ediz. in facsimile e numerata - A. De Marchi
(*)
A. De Marchi:
Libro d'Ore Durazzo. Porpora, oro e rubini per un capolavoro miniato. Commentario. Ediz. in facsimile e numerata - nuovo libro

ISBN: 8824804446

Ledereinband, [EAN: 9788824804448], Franco Cosimo Panini, Franco Cosimo Panini, Book, [PU: Franco Cosimo Panini], Franco Cosimo Panini, 59670011, Kunst & Fotografie, 1319947031, Anleitungen, 60357011, Architektur, 60261011, Darstellende Künste, 336963011, Design & Verzierungskunst, 59671011, Fotografie, 60177011, Geschichte & Kritik, 60168011, Malen, 60153011, Mode, 60226011, Museen & Sammlungen, 336964011, Nachschlagewerke, 55554011, Religiös, 60179011, Schulen, Strömungen & Stile, 60223011, Skulptur, 60342011, Zeichnen, 54071011, Genres, 52044011, Fremdsprachige Bücher

Amazon.de (Intern...
libreriauniversitaria it
Neuware. Costi di spedizione:Innerhalb EU, Schweiz und Liechtenstein (sofern Lieferung möglich). Versandfertig in 3 - 4 Werktagen. Die angegebenen Versandkosten können von den tatsächlichen Kosten abweichen. (EUR 3.00)
Details...
(*) Libro esaurito significa che il libro non è attualmente disponibile in una qualsiasi delle piattaforme associate che di ricerca.

Dettagli del libro
Libro d'Ore Durazzo. Porpora, oro e rubini per un capolavoro miniato. Commentario. Ediz. in facsimile e numerata

II volume è un commento storico-critico su questo bellissimo codice miniato, capolavoro del pittore, miniatore e orafo parmense Francesco Marmitta. Un'opera di straordinaria bellezza, caratterizzata, oltre che dalla raffinatissima decorazione, dal fondo purpureo della pergamena, dalla scrittura a lettere d'oro, opera del calligrafo Pier Antonio Sallando, e dalla stupenda legatura in argento dorato e pietre preziose. Attraverso il commento dei maggiori specialisti della miniatura rinascimentale, e in particolare del Marmitta, questo volume colloca l'Offiziolo Durazzo nel contesto storico e culturale dell'arte italiana tra Quattro e Cinquecento, offrendo una serie di spunti interpretativi di ragguardevole interesse, primo fra tutti il collegamento tra il celebre "Ritratto di collezionista" del Parmigianino, in cui il codice compare in mano all'effigiato, e una possibile committenza da parte di Troilo de' Rossi di San Secondo.

Informazioni dettagliate del libro - Libro d'Ore Durazzo. Porpora, oro e rubini per un capolavoro miniato. Commentario. Ediz. in facsimile e numerata


EAN (ISBN-13): 9788824804448
ISBN (ISBN-10): 8824804446
Copertina rigida
Copertina flessibile
Anno di pubblicazione: 2008
Editore: Franco Cosimo Panini
336 Pagine
Lingua: ita/Italienisch

Libro nella banca dati dal 2008-10-27T15:09:49+01:00 (Rome)
Pagina di dettaglio ultima modifica in 2019-09-15T18:45:21+02:00 (Rome)
ISBN/EAN: 9788824804448

ISBN - Stili di scrittura alternativi:
88-248-0444-6, 978-88-248-0444-8


< Per archiviare...